Educare alla cittadinanza digitale

Educare alla cittadinanza digitale

Diritti e doveri nel mondo digitale

Che cos’è e perché è importante

Il mondo digitale non corrisponde al mondo reale (vedi ad esempio il paradosso di Barbie e Ken) ma da diversi anni rappresenta un ecosistema nel quale si trascorre una parte della propria vita quotidiana.

In questo ecosistema ritroviamo molti dei caratteri del mondo reale:

  • L’economia con il commercio elettronico;
  • La politica con gli spazi di partecipazione più o meno efficaci per un cittadino;
  • La comunicazione intesa come spazio per esprimere la propria opinione, condividerla e comunicare con altri individui cittadini del mondo digitale;
  • Il gioco inteso sia come la possibilità per ciascuno di prendere parte a giochi multiplayer insieme ad altri utenti e come modalità di aggregazione per certi aspetti simile al mondo reale;
  • Il rischio che come nel mondo reale è rappresentato dai pericoli che ciascun cittadino digitale può incontrare spesso molto simili a quelli della vita reale come ad esempio il furto di denaro o di dati sensibili;
  • Le norme che regolano i diversi aspetti dell’ecosistema digitale dal diritto d’autore al commercio elettronico.

Nel momento in cui accettiamo i caratteri di questo ecosistema digitale e iniziamo a viverlo comprendiamo l’urgenza di definire le caratteristiche della cittadinanza digitale e di riflettere su come educare noi adulti a questa cittadinanza e come trasmettere in maniera efficace ai minori il suo significato nei diritti e nei doveri.

Un’urgenza che come spesso accade è sentita nel mondo della scuola italiana, ad esempio, che sta investendo molte risorse economiche con l’obiettivo di educare anche alla cittadinanza digitale seppur, a mio personale parere, senza riflessioni di ampio respiro e con qualche confusione tra il promuovere la cittadinanza digitale e sviluppare le competenze informatiche che sono due cose ben diverse.

La cittadinanza è ciò che mi rende cittadino di uno Stato che mi fa godere di diritti ed essere responsabile di doveri.

La cittadinanza digitale si riferisce ad un ecosistema che abito, in cui svolgo delle attività, interagisco con altri cittadini, da cui passa parte del mio lavoro e della narrazione della mia vita. E’ uno status a tutti gli effetti che comprende diritti e doveri

A dir la verità per lungo tempo il termine di cittadinanza digitale mi ha dato la stessa sensazione degli adesivi sulle macchine dato che lo trovavo scritto dappertutto e specialmente in quegli ambienti sociali e socio-educativi che frequento per lavoro.

C’è grande confusione tra cittadinanza digitale e competenze digitali, quest’ultime sono gli strumenti, le abilità, le capacità di una persona che la rendono capace di godere e di essere responsabile dei diritti e dei doveri della cittadinanza digitale.

Io posso essere in grado di godere dell’accesso al digitale, che è un mio diritto, conoscere i modi e gli strumenti per l’acceso ma questa competenza non mi assicura di aver anche sviluppato un senso critico sulla disuguaglianza nell’accesso alla rete come disuguaglianza sociale per la qual è mio dovere di cittadino digitale adoperarmi.

La cittadinanza digitale mi garantisce il diritto di partecipare e di condividere liberamente con gli altri  la mia opinione ma mi impone anche il dovere di conoscere e rispettare le norme che regolano la comunicazione nel web ovvero di rispettare l’altro e proteggere la sua libertà d’espressione.

Il tema della cittadinanza digitale è dunque vasto ed è mia intenzione proseguire nei prossimi articoli l’analisi delle sue caratteristiche e proporre strumenti pratici da utilizzare per promuoverla.

A questo link trovate la traduzione, del lavoro di Mike Ribble che ha proposto nove elementi caratteristici della cittadinanza digitale individuando le competenze necessarie per la sua promozione in un manifesto.

Nell’infografica che segue riporto invece, così come è stato espresso, il metodo proposto da Ribble denominato REP per insegnare i concetti della cittadinanza digitale che lega tre valori (rispetto, educazione e protezioni digitali) agli aspetti dell’ecosistema digitale.

Per voi cos’è la cittadinanza digitale? Ha senso parlare di cittadino digitale?

Come sempre, se vi va, rispondetemi nella sezione commenti (che trovate in fondo alla pagina) e parliamone insieme.

A presto!

Elementi della cittadinanza digitale

 

 

 

Autore dell'articolo: redazione

redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *