I bambini e le password

I bambini e le password

Strumenti pratici per l’educazione digitale in famiglia: la password

Come insegnare l’importanza della password e la creazione di una password sicura – Parte I

Con quest’articolo inauguro una sezione di educaredigitale.it a cui tengo molto nella quale offrirò degli strumenti pratici per i genitori di bambini della scuola materna o primaria per trasmettere un’educazione all’uso dei dispositivi digitali consapevole.

Per iniziare questo percorso ho deciso di partire dalla password: lo strumento principale di protezione dei nostri dati, delle nostre attività online, dei nostri smartphone e di molto altro.

Per gli adulti è semplice comprendere la sua importanza anche se, come tutti sappiamo, molti ancora oggi utilizzano lo stesso codice per più servizi, lo modificano raramente e non fanno molta attenzione a crearlo davvero sicuro.

Una chiave d’accesso è sicura quando rispetta alcune regole di base e rende così meno semplice ad una persona o ad un software l’accesso ai nostri dati.

Una password sicura contiene lettere, numeri e (preferibilmente) anche simboli, è lunga almeno otto caratteri ed è facile da ricordare ma difficile da indovinare.

I bambini, della scuola materna e della primaria, non comprendono fino in fondo il senso di una password e tendono a dimenticarla facilmente.

Per questo solo un dialogo con i genitori e gli insegnanti li aiuta davvero a comprendere la sua importanza, il modo più efficace per crearla e il senso della sua segretezza fornendo al tempo stesso gli strumenti efficaci per ricordarla.

Un dialogo che deve essere chiaro e accompagnato da attività pratiche basate sul gioco le uniche che garantiscono l’attenzione dei bambini e un sano divertimento anche su argomenti seri come quello delle password.

Ad esempio invece di parlare di autenticazione o registrazione sarà più divertente proporre di inventare un segreto o giocare con le parole inventandone di nuove.

Il dialogo inizia con l’obiettivo primario di spiegare il significato del termine cercando prima nel mondo reale che è quello che i bambini conoscono e possono toccare con mano degli esempi di password.

Di seguito vi propongo due semplici attività stampabili con le quali stimolare la riflessione nei bambini sul significato del termine:

 

Bambini password: il significato
Attività n.1 – Il significato del termine password.
bambini password: scopriamo quelle intorno a noi
Attività n. 2 – Il significato del termine password.

Una volta affrontato il significato del termine occorre confrontarsi con i bambini per capire perché serve proteggersi nel mondo digitale e perché è così importante farlo con delle chiavi d’accesso sicure.

Anche in questo caso servono degli esempi e li dobbiamo trovare nelle esperienze digitali che i bambini già conoscono ad esempio i videogiochi o i giochi nelle app di smartphone e tablet dove sempre più spesso esistono sistemi di autenticazione per il salvataggio di record e avanzamenti nel gioco.

Al termine dell’articolo vi propongo una breve infografica sul perché della password che si concentra su tre aspetti della sicurezza di cui ciascuno ha bisogno nella propria vita digitale e che costituiscono anche un aspetto per lo sviluppo di una cittadinanza digitale.

E’ importante, infatti, sottolineare sempre nel dialogo con i figli sulla vita digitale che ogni regola, consiglio o raccomandazione appartiene alla vita digitale dei più piccoli come degli adulti.

Nella sezione commenti (in fondo alla pagina) se vi va raccontatemi che ne pensate di questo tipo di attività, possono essere utili?

A presto con la seconda parte dell’articolo!

A CHE MI SERVE UNA PASSWORD_

 

 

 

Autore dell'articolo: redazione

redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *